Herbert Santer

Presentazione dei candidati SVP: il mio discorso

img

Il 5.3.2015 i candidati SVP hanno avuto la possibilità di presentarsi ai cittadini di Dobbiaco. In occasione di questo incontro ho tenuto un discorso in lingua tedesca. Ci tengo a condividere le idee presentate anche con i cittadini di lingua italiana, ecco i contenuti presentati:

 

 

” Buona sera a tutti, sono molto felice di essere qui. Sono ancora più felice di vedere che tanti cittadini della nostra comunità hanno trovato il tempo di essere presenti, conoscere i tre candidati e discutere con noi. Voglio ringraziare i comitati locali che ci hanno dato l’opportunità di presentare il nostro programma ai cittadini e di ascoltare i loro suggerimenti in questa occasione.

Penso che, come comunità, possiamo ritenerci fortunati di avere ben tre candidati disponibili a servire il paese. Il paese ha così più possibilità di scegliere il candidato più adatto.

Molti in paese mi conoscono, quindi vorrei citare alcuni punti chiave delle mie attività politiche e sociali a Dobbiaco. Per Dobbiaco m’impegno ormai da decenni, in diversi ambiti, organizzando una serie di eventi, come ad esempio le varie Granfondo, le Coppe del Mondo e le settimane Gustav Mahler, per citarne solo alcuni. Il nostro paese, grazie a questi eventi, si è fatto conoscere anche oltre i confini nazionali.
Politicamente, ho lavorato per il nostro paese nel consiglio e nella giunta comunale e m’impegno come presidente della Giunta Comprensoriale SVP su temi come la scuola, lo sport,la cultura e la Patria. Ho lavorato per diversi anni come presidente dell’Associazione Turistica di Dobbiaco e dell’Alta Pusteria. Vorrei riuscire a far fruttare tutte le esperienze raccolte per rendere migliore la nostra Dobbiaco.

Prima delle elezioni, non avrei trovato giusto fare delle promesse su temi sui quali non posso decidere da solo, ma è necessario farlo con il Consiglio Comunale e soprattutto in collaborazione con i cittadini. Tuttavia, ci sono alcune cose che potrebbero essere fatte nell’immediato futuro. Alcuni dei principali punti che possono essere risolti a breve sono la pulizia e l’ordine. Penso alla qualità dei marciapiedi, alle luci del paese, alla rivalutazione del sottopassaggio ferroviario, alla sistemazione delle strade di montagna o all’abbellimento delle aree comuni.
Per me, la qualità è sempre al primo posto e penso che ci debba essere qualità anche nella cura del nostro paese.
Un progetto a lungo termine che mi sta molto a cuore, è rendere più bello il nostro centro. A tal fine, dobbiamo ovviamente promuovere un dialogo per cercare di unire le diverse idee e interessi nel miglior modo possibile.
Il centro è, attualmente, causa di varie discussioni. Sappiamo che gran parte degli spazi è in mano a privati. Userò tutte le mie forze per trovare un compromesso con i proprietari. Nel breve periodo, si può comunque cercare di migliorare la situazione, per esempio, con più composizioni floreali, una maggiore illuminazione e limitazioni del traffico. Poiché abbiamo affrontato il tema del traffico, sarà mio impegno convocare appena mi sarà possibile, una riunione nella quale discutere i diversi approcci sui temi della viabilità e della sicurezza.
Tutti gli altri temi sui quali voglio impegnarmi nei prossimi cinque anni si trovano sul mio sito www.herbert-santer.com o in breve nella piccola brochure informativa che ho portato con me. Anche se le elezioni comunali si basano spesso sulla conoscenza diretta, sono convinto che un candidato debba presentare un programma sul quale poter essere valutato dopo cinque anni di duro lavoro. Il cittadino ha il diritto di sapere quello lo aspetta, non si compra mai a scatola chiusa.

Sono dell’opinione che un sindaco, oggi, non debba dire ai cittadini, cosa è giusto o cosa non lo è. Un sindaco deve saper dare ai suoi cittadini le migliori opportunità per realizzarsi e fornire loro la possibilità di assumersi le proprie responsabilità. Sono dell’opinione che le opportunità e le potenzialità vadano evidenziate, le cose affrontate e i progetti realizzati in modo rapido ed efficiente. Sono convinto che nel nostro paese ci sia molto potenziale e molte idee ancora da realizzare, sarò il primo a prodigarmi per questo. Grazie agli anni dedicati alla politica e agli affari, ho maturato l’esperienza necessaria per sapere che cosa è importante nella realizzazione di un progetto. All’esperienza e a una rete di contatti “maturi” un politico non deve mai rinunciare. E’ vero che i giovani corrono più veloci, ma è anche vero che sono gli anziani a conoscere le scorciatoie.
E ‘importante introdurre nuove idee, trasmettere subito ai cittadini le notizie più importanti e organizzare le finanze del Comune. In questo momento, proprio quando la Provincia a causa della mancanza di fondi, ci vuole tagliare i finanziamenti, ci si deve fare sentire a Bolzano. E se sarà necessario, andrò anche dieci volte a settimana a Bolzano per parlare con le persone responsabili della concessione dei fondi. E’ necessario lavorare a tempo pieno per il paese. Nel caso in cui fossi eletto, lavorerò a tempo pieno per il Comune.
Concludo, ricordando a tutti i cittadini del paese, di non sprecare la possibilità di voto di domenica, non essendo poi così frequente, di questi tempi, avere la possibilità di scegliere tra diversi candidati. Vi ringrazio per l’attenzione e spero che, Domenica prossima, vogliate scegliere di dare fiducia alla potenzialità e alle prospettive di Dobbiaco!”